Dolori articolari – Fish Factor Articolazioni

FISH FACTOR® ARTICOLAZIONI : Le articolazioni e i dolori articolari

Le malattie osteoarticolari colpiscono le articolazioni o il tessuto connettivo causando dolori, gonfiore e immobilità. Circa 11 milioni di italiani soffrono di patologie articolari che spesso diventano croniche
e potenzialmente invalidanti. Quelle di tipo cronico/evolutivo affliggono circa 5,5 milioni di persone. Molte situazioni di sofferenza articolare sono generate da un usura delle cartilagini che può essere
di natura reumatica o traumatica.I farmaci sono il rimedio più utilizzato per curare la sintomatologia dolorosa (dolore e gonfiore) ma, oltre a non agire sulla causa della patologia producono effetti collaterali a carico di stomaco e fegato.

Funzione e struttura articolare.
Le articolazioni sono strutture anatomiche, talora complesse,che mettono in reciproco contatto due o più ossa.
In senso stretto per articolazione si intende il punto di unione tra le ossa, in genere capace di consentire reciproci movimenti. In condizioni normali, la superficie articolare delle ossa è coperta dalla cartilagine ed immersa nel fluido sinoviale, che ne consente una corretta lubrificazione.

I DOLORI ARTICOLARI.
I dolori articolari possono essere di natura:
• traumatica, generati da infortunio;
• reumatica, causati da malattie reumatiche o osteoarticolari. Tra le malattie osteoarticolari sono incluse circa 100 differenti patologie che possono colpire le articolazioni o il tessuto connettivo. Generalmente causano dolori, gonfiore e spesso diventano croniche.
Quelle di tipo cronico/evolutivo e potenzialmente invalidanti affliggono circa 5,5 milioni di persone.
Le malattie reumatiche più diffuse: Artrite - Osteoartrite - Artrite reumatoide

Che cosa è l'artrite.
È un'infiammazione a carico dei tessuti molli di una o più articolazione dovuta a diverse cause (infezioni, alterazioni del sistema immunitario). Quando l'artrite è causata dall'azione di microrganismi, questi possono introdursi dall'esterno, attraverso ferite, oppure possono giungere all'articolazione colpita per via circolatoria provenendo da un altro punto d'infezione.

Possono essere suddivise in:
  • Artriti acute, assai diffuse, sono per lo più causate da batteri piogeni e provocano gonfiore e rigidità di movimento;
  • Artriti croniche, includono forme aspecifiche degenerative che costituiscono il processo evolutivo dell'artrite acuta, e forme specifiche, più frequenti,quali quelle da brucellosi, tubercolosi, sifilide ecc.
La Medicina Ufficiale cura quelle acute e infiammatorie con farmaci antimicrobici,antibiotici o sulfamidici (soprattutto gli inibitori della Cox-2 che presentano meno effetti collaterali). Per le Artriti croniche usa i cortisoni. Sono consigliate anche le cure termali, la dieta, gli integratori alimentari, la fisioterapia e i massaggi.
Quali sono le articolazioni più colpite: polsi, gomiti, dita delle mani e piedi, fianchi, spalle e ginocchia.
Che cosa è l'osteoartrite.
L'osteoartrite o artrosi è una malattia cronica degenerativa delle cartilagini articolari. Essa colpisce generalmente gli anziani (dai 50 anni in su), soprattutto di sesso femminile.
Le articolazioni più suscettibili nello sviluppare questa patologia sono le articolazioni di anca, ginocchio e vertebre.
L'osteoartrite inizia con una progressiva degenerazione della cartilagine: questa si assottiglia gradualmente e porta ad una riduzione dello spazio tra le ossa che compongono l'articolazione. Il conseguente avvicinamento continua fino al contatto dei bordi dei due capi ossei.

Cosa ne deriva:
una perdita di aderenza da parte della capsula articolare. L'articolazione diviene meno stabile e si deforma asimmetricamente, compromettendone i movimenti.
Cosa comporta:
  • degenerazione della cartilagine;
  • infiammazione;
  • dolore;
  • deformazione e diminuzione della mobilità.
Quali sono le parti più colpite: anca; ginocchio; vertebre (es. cervicale).
Che cosa è l'artrite reumatoide
È un'infiammazione cronica (che tende a persistere nel tempo) su base autoimmune. A differenza dell'artrosi, interessa la membrana sinoviale e non la cartilagine.
Per motivi ancora non chiari, il sistema immunitario si comporta in modo anomalo ed aggredisce la membrana sinoviale delle articolazioni. Questa reagisce all'infiammazione aumentando di volume fino a formare un panno sinoviale, che invade la cartilagine ed inizia ad eroderla. Il processo si estende a tutti i tessuti dell'articolazione e giunge fin o all'osso.

La conseguenza più visibile è che la capsula articolare si gonfia.

In sintesi, ecco cosa provoca:
  • tumefazione (articolazione calda arrossata e dolorante);
  • ispessimento della membrana sinoviale, e suo ripiegamento verso l'interno;
  • erosione della cartilagine e dell'osso sottostante (osteoporosi);
  • graduale deformazione delle articolazioni (assunzioni di tipiche conformazioni).
Quali sono le parti più colpite:
Tutte le articolazioni
Realizzazione sito - web marketing by Bitnet S.r.l.